Pianeta Terra, ultima frontiera.

image_pdfimage_print

Continua il viaggio del terranauta Mauro tra le sconvolgenti assurdità del mondo delle aziende preponenti di mandato.

Data terrestre 15 Giugno 2018, in navigazione verso nuovi mandati e opportunità dal mondo delle vendite.

Assumiamo notizie circa l’approdo di agenti presso una strana entità, dalla molle consistenza, che suole farsi chiamare azienda ed è alla ricerca di venditori.
Il settore trattato è ormai parecchio inflazionato, oseremmo dire saturo.
Si tratta del noleggio macchine fotocopiatrici per ufficio.
Chi ci racconta la storia ci dice che dopo lungo periodo di corteggiamento da parte della loro funzione commerciale si addiviene alla constatazione che bisogna fargli conoscere meglio l’azienda e per questo partecipare ad un loro incontro.
Il nostro agente, avendo l’auto in officina per riparazioni periodiche e necessarie, provvede al noleggio di adeguato veicolo e alle 4,00 della mattina successiva si mette in viaggio alla volta dei quasi 300 km andata (e altrettanti in ritorno, traghetto escluso) che lo aspettano prima di giungere alla meta in orario consono all’inizio dell’incontro.
Chi lo ha invitato ha fatto intendere che prenoterà, per suo conto, una camera in loco per la sera dell’incontro, onde farlo ripartire fresco e riposato alla volta di casa ed evitargli un faticoso rientro notturno.
Il nostro eroe giunge alla meta e si accorge che nessuna prenotazione è stata effettuata e che nessuno gli rimborserà le spese sostenute per tutta la trasferta e annessi…
Ormai è lì e decide di partecipare all’incontro, ove trova altri come lui, provenienti da altre parti d’Italia.
La proposta commerciale sembra venir fuori da un film di Woody Allen: “se volete lavorare con noi e vendere i nostri prodotti dovete pagare una cauzione di euro 1.500,00 cadauno, che verrà poi rimborsata (forse) con l’effettivo guadagno da lavoro svolto”.
Motivazione addotta: “abbiamo sempre investito sul recruiting e formazione di agenti che non sempre ci sono rimasti accanto e quindi adesso ci facciamo pagare per inserirli”.
Non sembrava di aver capito che stessero provvedendo ad assumere a tempo indeterminato o che stessero dando chissà quali garanzie per la cauzione versata…
Ma tant’è: “per avere l’opportunità di vendere per me devi pagare!”.
Non ci sembrava nemmeno si chiamassero IBM e che il loro brand fosse poi così quotato…

Come quando mi fu detto da un’altra azienda di “grandi cervelli” che loro investivano perché fornivano agli agenti i contratti in carta copiativa da sottoporre ai clienti…

Ultima frontiera: non mi era ancora capitato di assistere al mondo alla rovescia in modo così evidente.

Si paventa la diffusione di un virus che colpisce al cervello di queste “grandi” aziende e si teme la pandemia…

Considerazioni:

Ma c’avete preso tutti per quelli con l’anello al naso?!?
Ma pensate che siamo davvero tutti così scemi?!?
Se ti fai pagare quello che fai quando è proprio quello per cui paghi i tuoi responsabili commerciali allora meglio che non cerchi agenti… E meglio anche che licenzi subito i tuoi responsabili commerciali.

Senza ulteriori parole… Anche perché sarebbero parolacce…

Mauro

image_pdfimage_print

Lascia un commento